Antonio Di Lecce

Io mi chiamo Antonio e ho 15 anni. Io sono nato in una famiglia cristiana evangelica. I miei genitori hanno dimostrato sempre un atteggiamento rispettoso sia fra di loro che nei miei confronti, e il loro comportamento era sempre basato sulla Parola di Dio. Io sin da piccolo ho imparato a leggere la Bibbia. Molti pensano che la Bibbia sia un libro noioso, ma io ho scoperto che Essa ogni volta che La si legge parla al cuore di ognuno. E un giorno questa Parola ha parlato al mio cuore dicendomi che non è il nascere in una famiglia cristiana evangelica che ti salva. Io non sono mai stato un ragazzo ribelle: ero sempre bravo, rispettoso... Ero per l'occhio degli altri il "ragazzo modello"... ma non per Dio; solo Lui sapeva pensieri cattivi della mia mente, i miei peccati. Io da piccolo ho sempre voluto servire il Signore ma non ero disposto a buttare i miei pensieri malvagi perché io pensavo che fossi a posto. Ma un giorno sono andato a un campeggio estivo cristiano. Lì durante un culto durante la lettura della Bibbia Dio ha cambiato la mia vita: mi ha fatto capire che non ero io con le mie azioni che meritavo la salvezza ma era Cristo Gesù che, morendo duemila anni fa sul quella croce, mi aveva dato la salvezza che io avevo bisogno. Quando io gli ho confessato i miei peccati, Gli ho aperto il mio cuore e l'ho accettato come mio personale Salvatore Lui mi ha messo una pace grande in me, mi ha aiutato ed è restato sempre vicino fino a oggi. Ed io lo voglio servire per il resto della mia vita. Se tu non senti questa pace oppure ha tanti problemi e non sai a chi rivolgerti, sappi che c?è un amico sempre pronto ad aiutarti in ogni tua difficoltà, che si vuole prendere cura di te e ti ama tanto: è Gesù Cristo che ha donato la Sua vita per te affinché tu possa vivere per sempre.Il mio consiglio è che tu possa leggere la Bibbia in modo che essa possa parlare al tuo cuore come lo ha fatto per me. A Lui solo rendo la lode, l?onore e la gloria da ora e per sempre. Amen